Lunedì prossimo, nel consueto appuntamento quindicinale con Rolling with Haine We Riot, intervisteremo Andrea Toselli, in arte Andrea Rock.

Uno di noi, ribadisco.

Non per i successi in ambito musicale – la lista delle collaborazioni e dei concerti aperti è lì da vedere – e neanche per gli ormai quindici anni tra Rock TV e Virgin Radio, dove insieme ad un’altra nostra amica, Alteria, ci deliziano con rock nazionalpopolare e non due ore al giorno.

Non è uno di noi per le tante, tantissime opere di beneficienza ed altruismo patronicate e supportate nel corso degli anni. Non lo è neanche perchè è un patito di sport americani tanto da diventare una delle voci dell’NFL per DAZN.

No, Andrea è uno di noi perchè – ogni santo giorno che Odino ha messo in terra – ha lottato per costruirsi qualcosa. Lottando contro chi gli dava del figlio di papà prima e del venduto poi. Contro chi lo etichettava “quello di Virgin Radio” come se fosse una mancanza di rispetto.

Andrea è uno di noi perchè ha sempre messo il valore etico prima di quello economico. Anche a costo, immaginiamo, di perdere qualche treno che chissà dove avrebbe potuto portare. Non c’è niente, assolutamente niente che sia più Haine We Riot di questo.

Perchè crediamo che metterci la faccia per ció in cui si crede debba ancora avere un valore.

Federico Dask

Categories: PEOPLE STREET ART URBAN