Martedì 5 Giugno è stato comunicato ufficialmente l’accordo tra le Lega di Serie A e l’Arabia Saudita, grazie al quale la prossima Supercoppa Italiana si giocherà nella capitale Riad.

La scelta è stata presa dall’assemblea di Lega che ha confermato di aver chiuso un accordo annuale con opzione per le successive due stagioni con l’Arabia e che verserà la bellezza di 24 milioni di euro complessivi dei quali circa tre e mezzo andranno alle squadre finaliste.

Juventus-Milan quindi si disputerà molto probabilmente il 13 gennaio 2019, con la felicità di tutte le parti che si divideranno il ricco bottino o meglio…. quasi tutte…. perchè i tifosi delle due squadre dovranno sobbarcarsi una trasferta molto complicata che prevede costi degli aerei, obbligo di passaporto, visto turistico, prezzo del biglietto dello stadio e soggiorno in terra Araba.

Dopo le precedenti finali di Supercoppa, a eccezione di quella dello scorso anno disputatasi a Roma, “vendute” a peso d’oro in Cina e in Qatar, ecco l’ennesimo sgarbo nei confronti dei tifosi, il vero e unico bene di questo calcio, diventato ormai miserrimo business.

Del resto c’era da aspettarselo visti i prezzi “popolari” dei biglietti in costante aumento nel 2018, come ad esempio:

-Roma – Juventus: 70 euro settore ospiti con tutti i gruppi ultras della Juventus che annunciarono una clamorosa protesta con l’intenzione di disertare la trasferta;

-Sassuolo – Sampdoria: 33 euro il settore ospiti del deserto Mapei Stadium in occasione di 2.000 sampdoriani in trasferta)

Insomma, come al solito, il tifoso lo prende sempre nel culo.

La dimostrazione è il totale e completo fallimento della Tessera del Tifoso che dopo aver costretto migliaia di tifosi, decisi a non piegarsi, a restare a casa per ben 7 anni dal giorno della sua nefasta attuazione, verrà finalmente abolita nell’arco di un triennio.

Supercoppa in Arabia? Caro prezzi? Tessera del Tifoso? ……NO AL CALCIO MODERNO!!!

Categories: GRADINATE & SPORTS